Tarnów e la regione - Centro di informazione / Attrazioni / Sai dove si trova

Sai dove si trova

- TARNÓW - Rynek (01)

"La perla del rinascimento"
"La perla del rinascimento", così chiamano la Cittá Vecchia di Tarnów i più noti storici dell'arte in Polonia. Nel rinascimento Tarnów era una delle più belle cittá in Polonia. La maestosa chiesa parrocchiale, il magnifico Municipio, le affascinanti policromie sui muri esterni delle case con architettura molto interessante , creavano un fascino eccezionale. All' inizio del XVI secolo Tarnów aveva circa 1200 abitanti. La citta  possedeva la cinta di fortificazione, le condutture d’acqua e la fognatura. I cittadini nobili si occupavano dell'artigianato e del commercio. In quell’epoca il proprietario di Tarnów era un uomo colto, grande etmano della corona-Jan Tarnowski. La residenza in cui abitava per via di eredità fu costruita sulla montagna di s.Martino distante dalla città circa 2 km da Tarnów. Negli anni 20 del XVI secolo Tarnów fu circondata dalle nuove fortificazioni, ricostruite dopo gli anni 60 dell'ultimo secolo, visibili fin d'oggi. Passeggiando lungo le vie di Tarnów possiamo ammirare gli eccezionali casamenti rinascimentali nella Piazza del Mercato,la Casa della famiglia Mikołajowski, il Municipio, i monumenti funebri nella Basilica della Cattedrale ed anche i magnifici resti dominanti della cittá-i resti del famoso castello della famiglia Tarnowski .

in più:

 


Zalipie - Malowana Wieś (4)

Campagna "dipinta"
L'unica "campagna dipinta" in Polonia. Attualmente in Zalipie ci sono circa 30 capanne con la ricchezza delle caratteristiche pittoriche sulle pareti delle case.
Accanto alle pareti di casa e ai fabbricati rurali nell’azienda di Felicja Curyłowa (la filiale del Museo Regionale di Tarnów) possiamo ammirare le splendide decorazioni all’intero delle capanne.

in più:

 


Skrzyszów - Kościół p.w. św. Stanisława Biskupa (2)

La più grande chiesa in legno:
Skrzyszów - La Chiesa di San Stanislao è stata costruita nel 1517 da Jan z Czchowa e fondata da Jan Amor Tarnowski, di cui ci informa la segnatura rimasta sul portale. È la più grande chiesa di legno e una delle più belle nella Piccola Polonia.

in più:

 


Nowy Wiśnicz - Zamek (4)

La più grande residenza dell'epoca barocca
Nowy Wiśnicz - La più grande residenza difensiva dell'epoca barocca in Polonia. Nella prima parte del XV secolo, sotto il dominio di Piotr Kmita, il castello prese il suo specifico fascino rinascimentale. L'edificio principale del castello è situato nel centro delle fortificazioni.
È composto da quattro ali a due piani che circondano un piccolo cortile interno.
Il suo caratteristico aspetto si deve alle quattro torri angolate. Ogni torre è diversa e per questo l'aspetto del castello è diverso da ogni angolazione. L'attuale forma del castello appartiene agli anni 1615-1637, grazie al lavoro di Stanislao Lubomirski. In quel tempo il castello è stato rinnovato e circondato dalle fortificazioni di pietra con l'edificio portale, le roccaforti e con le cortine di mattoni.

in più:

 


Ciężkowice - Skamieniałe Miasto (2)

La città pietrificata
La Città Pietrificata è una riserva naturale situata nella valle del fiume Biała vicino al paese Ciężkowice. La riserva ha la superficie di circa 15 ha ed è stata istituita nel 1931.
Tra la foresta mista (quercie e pini) si possono ammirare fantastiche formazioni rocciose di grandi dimensioni. Le loro forme sono di fantasia straordinaria grazie ai processi di erosione. Tra queste roccie si trovano: i pulpiti, le clave ed i funghi di roccia. I nomi che gli sono stati dati illustrano la loro forma, p.e.: "La clava", "La Piramide", "La Torre", " I Tassi", "Grunwald" (per commemorare la grande battaglia vinta dai polacchi), "Il Municipio" e "La Strega". Nella riserva si trova anche una piccola cascata.
Il nome della riserva proviene da una leggenda popolare secondo la quale le roccie sono i resti di una città trasformata in pietra per la violazione del diritto di ospitalitá oppure per la vita dissoluta dei suoi cittadini.

Vuoi sapere di più:

 


Lipnica_Easter_Palm_Contest_small

Le più alte palme di Pasqua
Lipnica Murowana - Piccola localitá con benconservata disposizione urbanistica medievale.
È famosa per l’annuale concorso delle palme di Pasqua che spesso arrivano fino a 30 metri di altezza.

Vuoi sapere di più:

 


70_2

Miniera del Sale a Bochnia
La miniera del sale di Bochnia, è una delle più vecchie miniere presenti nei terreni polacchi ed è anche la più vecchia in Europa, in attività dal 1248. Dopo otto secoli dalla prima estrazione del sale, si ricorda l’unica nel suo genere, irripetibile e misteriosa cittá sotterranea.
Sulla via turistica, possiamo ammirare le cappelle storiche ricavate dal sale , gli strumenti originali e gli impianti minerari come le magnifiche camere fatte di sale con le traccie dei lavori esplorativi.
Nella miniera di Bochnia c’ è anche la ferrovia sotteranea,lo scivolo e il campo sportivo.
Per accontentare i visitatori la Miniera del Sale, offre dei posti dove possiamo rilassarci, organizzare meeting, incontri integrativi e banchetti. Sulla lista dell'UNESCO dal 2013.

in più:

 

heller

La città natale del prete professore Michal Heller, il primo polacco a ottenere il premio Templeton?
Il prete professore Michal Heller, nato a Tarnow il 12 marzo 1936 è il primo polaccho che ha ottenuto uno dei piu prestigiosi premi nel mondo – il premio Templeton, assegnato alla personalità che hanno dato particolari contributi nell’ambito della religione.
Il prete Heller è laureato al Seminario di Tarnow, è il premio decano della Facoltà di Teologia à Tarnow. Inoltre, è un famoso fisico, cosmologista, filosofo, teologo, il membro della Specola Vaticana, Pontificia Accademia delle Scienze, Società Polacca di Fisica (Polskie Towarzystwo Fizyczne), Società Polacca dell’Astronomia (Polskie Towarzystwo Astronomiczne), Società Internazionale di Relatività Generale e Fisica della Gravitazione (International Society for General Relativity and Gravitation), Società Europea di Fisica (European Physical Society), del Centro della Teologia e delle Scienze Naturali ( Center for Theology and the Natural Science). E l’autore ed il coautore delle pubblicazioni scientifiche e universitario della Pontificia Accademia Teologica a Cracovia.